Il 25 Aprile: Liberazione dal nazi-fascismo e dal revisionismo

Quando il 25 aprile 1945 l’Italia fu finalmente liberata dalla barbarie del nazi-fascismo, l’alba di un nuova era si affacciò per gli italiani. La guerra lasciò in eredità povertà, rovine, famiglie con lutti da celebrare e ferite aperte a livello politico e sociale. L’Italia prima del 25 Aprile era fondamentalmente divisa in due, il Sud fu liberato dall’avanzata alleata con lo sbarco  in Sicilia e ad Anzio, permettendo alla monarchia di sopravvivere, mentre Mussolini fu arrestato e imprigionato nella prigione del  Gran Sasso, ma il Duce fu liberato dai tedeschi per dar vita allo stato fantoccio della Repubblica di Salò. La Linea Gotica divise l’Italia e fu molto più di una semplice demarcazione territoriale; mentre il sud diventava una roccaforte monarchica e una sorta di continuità con il passato era ristabilita, il nord restava in guerra, occupato dai nazisti con la complicità dei fascisti di Salò. La Linea Gotica era la demarcazione tra libertà e oppressione, pace e guerra, speranza e depressione. In questo clima il nord divenne fucina della nuova repubblica che nascerà dalle rovine della guerra e il referendum sulla monarchia sara’  la dimostrazione della divisione nel paese.La resistenza prese corpo, l’inizio di una guerra nella guerra, contro tedeschi ma anche contro gli italiani, tra chi cercava di iniziare la liberazione del nostro paese senza potere aspettare l’arrivo di americani e inglesi, e chi come i repubblicani di Salò continuava a credere nella dittatura fascista.Il 25 aprile è la festa della liberazione dal nazi-fascismo, ed è un fatto storico non un’opinione, ma negli anni successivi alla guerra si è introdotto un processo di revisionismo storico con l’intento di cambiare il significato della data e degli eventi ad essa legati.Il revisionismo storico è una delle grandi malattie intellettuali della quale soffrono i nostalgici e coloro che non si arrendono all’evidenza dei fatti, l’ignoranza della moltitudine unita all’oblio storico contribuiscono a rafforzarne il peso, capace poi di dare vista ad autentiche aberrazioni, come fu lo stesso nazismo.Il revisionismo storico non è ricerca storiografica, non cerca garantire nuovi apporti ai fatti inspiegabili della storia, ma punta alla distorsione di eventi già appurati per creare una storia parallela a fini propagandistici. 

La resistenza era guidata da uomini armati di valori di libertà, repubblica, progresso sociale e politico, il rifiuto della monarchia era la logica per avere portato il paese nelle mani del fascismo e conseguentemente in guerra. La resistenza non è come i  revisionisti sostengono l’ascesa del comunismo, è la lotta partigiana di uomini e donne in città e campagne per liberare il nostro paese dall’occupazione nazista e fascista, di ridargli dignità internazionale, una speranza finita la guerra; era composta  da comunisti, socialisti, azionisti, cattolici, popolari, repubblicani, con personaggi di alto livello quali Togliatti, De Gasperi e Parri. Dalla resistenza nasce la costituzione della repubblica, frutto di lotte e compromessi  tra le varie anime che hanno contribuito alla vittoria finale. La resistenza ha contribuito in maniera decisiva all’avanzata alleata verso Nord, ad indebolire i tedeschi, a dare vita al cosiddetto terzo fronte, che dopo Stalingrado e la Normandia fu teatro delle battaglia  più feroci.La resistenza ha dato all’Italia l’opportunità di sanare la vergogna dell’entrata in  guerra a fianco della Germania Nazista,  di non potere essere considerata un aggressore alla pari dei nazisti, di essere responsabile di sei anni di guerra con  piu’ di 100 milioni di vittime, di leggi razziali e di lager. L’Italia ha ricevuto un trattamento di punizione pur sempre duro, ma poteva essere ancora più pesante senza quei due anni du guerra nel nord Italia. I sostenitori del revisionismo argomentano che entrambe le parti avevano valori giusti per un’idea di Italia che era solo diversa da un punto di vista di angolazione politica. I repubblicani di Salò avevano un’idea di Italia responsabile dell’assassinio di Matteotti, dell’espatrio per evitare lastessasorte di illustri intellettuali, dell’incarcerazione di Gramsci e della sua morte,  del sostegno alla vittoria del regime franchista in Spagna,della distruzione del sistema parlamentare,della messa al bando del sindacalismo e della libertà di parola e associazione, della posizione subordinata delle donne, delle leggi razziali, dell’appoggio a Hitler e al suo folle disegno di conquista del mondo, dei massacri coloniali in Africa. Anche quando L’Italia è stata invasa dagli alleati, Mussolini arrestato, il nord occupato dai tedeschi, molti hanno deciso comunque di continuare a credere in quel disegno, appogiando l’occupazione nazista e le sue stragi come a Sant’Anna di Stazzena, prolungando la guerra di altri due anni. Erano due italie giuste con valori ugualmente accetabili?La storia è il frutto di dati di fatto, scolpiti nella nostra evoluzione; il 25 aprile è la festa della liberazione, la festa non di due italie, ma di una sola, quella che con la resistenza si è liberata dal nazi-fascismo, ha contribuito alla vittoria degli alleati nella seconda guerra mondiale, quel paese si chiama oggi Repubblica Italiana.

Advertisements

15 thoughts on “Il 25 Aprile: Liberazione dal nazi-fascismo e dal revisionismo

  1. I needed to thanks for this fantastic go through!! I certainly savoring every single tiny little bit of it I’ve you bookmarked to check out out new things you post…

  2. Greetings! Extremely valuable assistance on this informative article! It truly is the tiny alterations that make the largest modifications. Many thanks a great deal for sharing!

  3. Greetings! Really beneficial guidance on this short article! It’s the small adjustments that make the largest adjustments. Many thanks a whole lot for sharing!

  4. I wished to thanks for this fantastic examine!! I surely savoring each minor little bit of it I’ve you bookmarked to examine out new things you post…

  5. This website is unquestionably instead helpful because I’m with the minute developing an online floral internet site – even though I’m only beginning out as a result it is actually relatively modest, nothing at all such as this website. Can website link to some in the posts right here because they are very. Many thanks significantly. Zoey Olsen

  6. Way awesome, some legitimate details! I value you creating this short article obtainable, the remainder of the internet site can be large top quality. Have a very entertaining.

  7. I’d need to analyze with you right here. That is not something I normally do! I get satisfaction in studying a article that will make people feel. In addition, many thanks for permitting me to comment!

  8. Acquiring study this I believed it absolutely was really beneficial. I enjoy you taking time and energy to place this short article collectively. I when yet again uncover myself paying strategy to significantly time the two reading through and commenting. But so what, it had been even now worthwhile!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s