85 anni fa moriva Liam Mollows: omaggio a un rivoluzionario

Liam Mellows costituisce una delle figure piu’ importanti della storia repubblicana irlandese; il suo contributo alla lotta per l’indipendenza e per lo sviluppo di idee politiche per il nuovo stato. Assieme a James Connollly ha contribuito a sviluppare le idee radicali nell’ambito della lotta repubblicana, inserendo la lotta irlandese in un contesto di lotta di classe. Mellows, infatti, vedeva nello scontro con l’Inghilterra non solamente una lotta per la liberazione nazionale, ma anche un piu’ ampio scontro tra le forze dell’imperialismo rappresentate dal dominio della corona, e le forze popolari formate volontari e cittadini irlandesi. Durante la guerra civile, Mellows trasporta questo concetto nella lotta intestina, intravedendo uno scontro tra le forze capitalistiche e padronali impersonate dalla fazione pro-trattato e le forze popolari repubblicane che appoggiavano un’idea di Irlanda socialista e radicale.

Liam Mellows e’ commemorato nella citta’ di Galway; in Eyre Square una statua rende omaggio a colui che inviato in citta’ riusci’ ad organizzare l’insurrezione dell’Easter Rising del 1916, e sebbene falli’, rese la contea di Galway l’unica regione esterna a Dublino a sollevarsi in rivolta.

 

 

I primi anni 

Liam Mellows nacque a Manchester, Inghilterra,  il 25 maggio 1895 da genitori irlandesi, ma crebbe nella contea di Wexford in Irlanda. Visse nella parte vecchia di Dublino, dove piu’ forti erano i ricordi dall’insurrezione
del 1898 e fu qui che comincio’ a lavorare in una tabaccheria. Giovane e timido, all’inizio ebbe qualche problema ad emergere e aderire attivamente al movimento nazionalista. quando trovo’ il coraggio  si reco’ in

Parnell Street

nello shop di Tom Clarke, e si uni’ al
Fianna Eireann, il movimento di giovani repubblicani e fu un attivo volontario . Comincio’ a scivere per l’ Irish Freedom, e nel 1913 fu nominato come uno degli organizzatori nel Fianna Eireann iniziando la sua missione nella contea di Wexford.

La sua vera prima missione di un certo rilievo fu l’invio a Galway con il compito di organizzare l’insurreazione
del 1916.

 

 

Missione a
Galway e Easter Rising
 

Prese comando in Galway nell’estate
del 1914, ma incontro’ non poche difficolta` nell’organizzare i volontari. All’inizio dovette appoggiarsi essenzialmente sui preti locali perche’ i giovani generalmente non tendevano a credere a uno sconosciuto fino a che non riceveva il benestare da parte dei primi. Nonostante questo iniziale ostacolo, Mellows riusci’ a creare una rete di volontari stimata potenzialmente in 2.000 uomini, ma nel marzo 1916 fu deportato in Inghilterra come misura preventiva sotto il Defence of Realm Act e detenuto a Reading. Riusci’ comunque ad evadere assistito da Nora Connolly, sorella di James, eludendo la sorveglianza e rifugiandosi prima a
Belfast, poi trasferendosi a Dublino. Qui ricevette gli ordini che lo misero a capo della Divisione Occidentale degli Irish Volunteer, con il compito di guidare l’insurrezione nella contea di
Galway.

Mellows arrivo’ a Galway in tempo per la prevista campagna, ma subito dopo iniziarono I noti problemi organizzativi che portarono al fallimento dell’Easter Rising; il comando centrale dell’Irish Republican Brotherhood continuava a dibattere sull’effetiva riuscita dell’operazione, Mac Neill venne convinto a proseguire quando MacDiarmada rivelo` che una nave tedesca era diretta nella Contea di Kerry con un carico di armi e munizioni. Sir Roger Casement, che curo’ l’operazione in Germania, rientro’ in Irlanda via U-boat ma venne arrestato al suo sbarco in Banna Strand, Tralee Bay. Nello stesso momento la nave tedesca Aud, camuffata da peschereccio norvegese, venne intercettata dalla Royal Navy inglese con il carico di armi. Mac Neill a questo punto diramo’ il famoso contrordine, e la rivolta prevista per la Domenica di Pasqua vene rimandata. A
Galway la rivolta era gia’ in corso e l’ordine giunse alle due di pomeriggio, costringendo Mellows a porre gli uomini in stand-by. Il nuovo ordine che diede avvio alla rivolta arrivo’ alle 7 della sera di lunedi e annunciava che a Dublino era in corso l’insurrezione. Mellows in quel momento era all guida di circa 700 uomini, per lo piu’ male armati, tentarono di attaccare la caserma delle Royal Irish Costanbulary a Oranmore e Clarinbridge senza successo, mariuscirono ad occupare la citta’ di Athenry. Apparve pero’ chiaro fin dall’inizio che la situazione era disperata, mancavano approvvigionamenti, le armi scarseggiavano e l’appoggio popolare era piu’ scarso
del previsto. I volontari di Mellows marciarono su
Limerick e Claire per congiungersi con le forze locali, ma l’insurrezione non ci fu e dovettero ripiegare. Dopo quasi una settimana di scontri i rinforzi inglesi giunsero anche nella contea di
Galway costringendo gli uomini di Mellows alla ritirata da Athenry. Alle due del mattino
del sabato successivo il comando centrale decise di disperdere gli uomini e i capi darsi alla fuga per evitare l’arresto.

Mellows riusci’ a fuggire in America, dove continuo’ la sua attivita’; analizzando le ragioni del fallimento dell’Easter Rising, Mellows cita: 1-Il contrordine di MacNeill ritardo’ di un giorno l’insurrezione togliendo l’elemento sorpresa nell’attacco agli inglesi; 2-La cattura della nave con le munizioni lascio’ I volontari di fatto senza adeguata copertura; 3-Il basso morale tra gli uomini, dovuto al contrordine, al mancato supporto di armi e allo scarso appoggio popolare. 

 

Mellows in
USA
 

Dopo il fallimento dell’insurrezione, Liam Mellows rifugio’ negli Stati Uniti, dove venne arrestato senza processo con l’accusa di sostegno alle forze tedesche durante la prima guerra mondiale. Collaboro’ con la Gaelic American Association e come insegnante nel Clan  na Gael Clubs e altre societa’ irlandesi. Entro’ pero’ presto in conflitto con i nazionalisti irlandesi in
America, ai quali rimproverava deficienza di qualita’ ed organizzazione. Mellows fu anche espulso dal Clan na Gael, ma questo non fermo’ la sua attivita’ sempre
volta alla lotta nazionale. Dopo il rilascio dalla prigione a New York, Mellows dovette attendere il 1918 per vedere una svolta nell’impasse irlandese; alla fine del 1918, mentre si discutevano i tarttati di pace della prima guerra mondiale che in teoria dovevano riconoscere i principi di autodeterminazione dei popoli, Dr McCartan, come inviato del Goveno Provvisorio Irlandese, trasmise al presidente americano Wilson una domanda in supporto dell’indipendenza, alla cui bozza collaboro’ anche da Liam Mellows. Lo stesso Dail Eireann aveva stabilito e nominato un ministro del governo irlandese, mentre Michael Collins invito’ Mellows  e altri irlandesi in esilio in
America a prendere contatti per sostenere il riconoscimento internazionale della Repubblica Irlandese. Nel 1918 furono anche indette le prime elezioni generali del Dail Eireann, Mellows fu eletto al First Dail come candidato Sinn Fein per Galway e North Meath.

Liam Mellows comincio’ a viaggiare in America con John Devoy, con il compito di organizzare la campagna di raccolta fondi e supporto per Eamon de
Valera durante la sua visita in USA del 1919-1920. De Valera era stato nominato presidente della repubblica irlandese, e il suo viaggio in
America era il segnale che si stava arrivando ad una svolta nei rapporti con l’Inghilterra. La tanto agognata chiamata per Mellows arrivo’ alla fine
del 1920, quando fu rimpatriato in Irlanda e nominato Director of Supplies dell’IRA, con il compito di acquistare armi e munizioni per la guerra di indipendenza. Nel maggio 1921 entro’ in piena carica come membro del Dail per Galway in base alle elezioni generali
del 1918.
 

 

Mellows, il Trattato e la guerra civile 

La guerra di indipendenza si concluse con il Trattato anglo-irlandese; fu firmato il 6 dicembre 1921, decidendo per un autogoverno in 26 su 32 contee, creando uno Stato Libero di fatto Dominion dell’Impero Britannico, con il re a capo di stato, al quale i membri dell’ Oireachtas avrebbero dovuto prestare giuramento di fedelta’. Restava in mano all’Inghilterra l’Irlanda del Nord, oltre a una sovranita’ limitata su una serie di porti occupati dalla Royal Navy. Tutte queste ragioni fecero pendere Mellows dalla parte dei contrari al trattato, che veniva considerato un tradimento della Repubblica Irlandese. Il Dail ratifico’ il trattato il 7 gennaio 1921, con 64 voti a favore contro 57, dopo una strenua resistenza da parte della fazione contraria, e Michael Collins con Arthur Griffith iniziavano il trasferimento dei poteri al nuovo stato. De Valera si dimetteva da presidente della repubblica per guidare la fazione anti-trattato
del Sinn Fein, mentre molti ufficiali dell’IRA erano contrari e decisero di passare all’azione.
Il trattato spacco’ il Dail, i Volontari e il paese; il 26 marzo i volontari anti-trattato tennero una convention alla Mansion House con 211 delegati,  alla quale Mellows presiedette. Ripudiarono il Dail Eireann, affermando fedelta’ all’IRA e alla repubblica. L’IRA doveva stare sotto il comando di un esecutivo da nominare alla convenzione. Il 9 aprile fu adottata una costituzione che stabiliva un esecutivo di 16 uomini, Mellows fu nominato segretario del consiglio dell’esercito, Lyam Lynch nominato Chief of Staff.Il 13 aprile stabilirono il loro quartiere generale alle Four Courts di Dublino, e 120 uomini della Brigata locale si barricarono all’interno. Mellows scrisse una lettera al Dail Eireann delineando le condizioni sotto le quali il consiglio era preparato a discutere misure per garantire l’unita’ dell’IRA: riconoscimento del Dail Eireann precedente come unico governo legittimo, no elezioni fino a che era pendente la minaccia di guerra con l’Inghilterra. De Valera e Collins siglarono un patto il 20 maggio annunciando la formazione di un comitato di otto persone, ad eguale rappresentanza delle due fazioni, ma il comitato si dissolse di li a poco. Nel giugno 1922, Mellows, Rory O’Connor, Joe Mc Kelevey e Richard Barrett entrarono nelle Four Courts che erano gia’ occupate da aprile dalle forze anti-trattato.Sei giorni dopo il voto al Dail Eireann, il Field Marshal Sir Henry Wilson fu assassinato a Londra da due irlandesi. Entrambi erano piu’ legati alla fazione pro-trattato che ai repubblicani, ma il governo britannico addosso` le colpe su questi ultimi, annunciando un attacco alle Four Courts il 25 giugno, ma dopo poche ore decise di lasciare il compito al nuovo stato libero. Il bombardamento comincio’ il 28 giugno all’alba, era l’inizio della guerra civile. Nonostante la resistenza, la resa arrivo’ a mezzogiorno
del 30 giugno; Mellows ebbe la possibilita’ di scappare con Ernie O’Malley ma rifiuto’. I prigionieri furono trasportati alla prigione di  Mountjoy.
Fu in questo periodo che Mellows scrise alcune lettere  dove difendeva la scelta anti-trattato:  

1-Un governo provvisorio repubblicano deve essere installato anche se non operante interamente, e continuare la lotta per la liberazione totale dell’Irlanda;2-La base politica del nuovo stato deve rispecchiare il progrmma democratico
del Dail del gennaio 1919;
3-Viene ribadita la lotta all’imperialismo: il trattato riconoscendo il dominion di fatto sconfessa la piena indipendenza e continua a rendere l’Irlanda parte della politica imperialista britannica; 4-Una chiara scelta ideologica, Mellows associa lo Stato Libero a capitalismo, industrialismo e imperialismo; la Repubblica si deve basare sulla forza di lavoratori e operai. 

Il 7 dicembre 1922 due deputati rappresentanti del Sinn Fein  pro-trattato furono sparati a Dublino e uno di loro, Sean Hales, di West
Cork era ucciso. Il mattino seguente l’8 dicembre 1922, alle nove,  Mellows, Rory O’Connor, Joe McKelvey e Dick Barrett venivano fucilati senza processo. in risposta all’uccisione secondo il comitato ufficiale. Il comitato dello Stato Libero decise questa azione in risposta all’uccisione di Sean Hales, ma furono scelti anche per incutere terrore nei ribelli; ognuno rappresentava una provincia: O’Connor, Leinster; Barrett, Munster; McKelvey, Ulster; Mellows,
Connacht.
Liam Mellows fu una figure piu’ imporanti della lotta di liberazione irlandese, e dopo la morte James Connolly spariva cosi’ un  altro esponente dell’ala sociale e radicale  
del panorama politico irlandese.

 

Advertisements

16 thoughts on “85 anni fa moriva Liam Mollows: omaggio a un rivoluzionario

  1. Usually I do not read post on blogs, however I wish to say that this write-up very forced me to take a look at and do it! Your writing taste has been amazed me. Thanks, quite great article.

  2. I really like your web site.. really good hues & theme. Did you create this web site yourself? Plz reply again as I’m looking to create my own website and would like to know wheere u obtained this from. many thanks

  3. I would like to thnkx with the efforts you might have set in creating this weblog. I’m hoping the same high-grade web site article from you in the upcoming as well. In fact your creative composing abilities has inspired me to have my own web site now. Genuinely the running a blog is spreading its wings quickly. Your write up can be a great example of it.

  4. Wonderful wordpress weblog right here.. It is tough to uncover high quality creating like yours as of late. I truly enjoy individuals like you! consider treatment

  5. Hello there , I do imagine that is a great website. I stumbled on it on Yahoo , i’ll arrive back again the moment once more. Funds and independence will be the greatest method to alter, could you be abundant and assist others.

  6. Hi! I could have sworn I’ve been to this weblog prior to but following searching by way of many of the submit I recognized it is new to me. Anyways, I’m certainly delighted I discovered it and I’ll be book-marking and checking again usually!

  7. Thanx with the work, sustain the great perform Excellent function, I’m likely to start off a tiny Web site Engine training course perform utilizing your website I really hope you get pleasure from running a blog with all the common BlogEngine.web.Thethoughts you express are truly amazing. Wish you are going to appropriate some far more posts.

  8. Way neat, some legitimate factors! I value you producing this informative article offered, the remainder of the internet site can be substantial top quality. Possess a exciting.

  9. I’d need to analyze with you right here. Which can be not something I generally do! I consider satisfaction in reading through a publish which will make individuals assume. Furthermore, many thanks for permitting me to comment!

  10. I really like your web site.. extremely great hues & theme. Did you create this site yourself? Plz reply again as I’m looking to create my own web site and would like to know wheere u acquired this from. many thanks

  11. Hi there , I do feel this can be a fantastic web site. I stumbled on it on Yahoo , i’ll arrive back again as soon as once more. Income and independence may be the finest approach to alter, could you be abundant and aid others.

  12. Greetings! Extremely useful assistance on this informative article! It truly is the minor adjustments that make the largest adjustments. Many thanks a great deal for sharing!

  13. Thanx with the energy, sustain the nice perform Fantastic perform, I’m likely to start off a modest Weblog Engine training course perform utilizing your website I am hoping you take pleasure in running a blog together with the common BlogEngine.web.Thethoughts you express are actually amazing. Wish you are going to proper some far more posts.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s